Solar & Tech

Macchia solare scoppiettante

22 marzo 2019

AVVISO DI TEMPESTA GEOMAGNETICA: I meteorologi del NOAA affermano che c’è una probabilità del 75% di tempeste geomagnetiche il 23 marzo, quando si prevede che una coronale espulsione di massa (CME) colpisca il campo magnetico terrestre. I livelli di tempesta potrebbero raggiungere la categoria G2 , che è moderatamente forte. Durante le tempeste di classe G2, le aurore possono essere viste negli stati degli Stati nordici fino a New York e Idaho.

Macchia solare scoppiettante: pochi giorni fa, la macchia solare AR2736 non esisteva. Ora, la regione attiva ( film ) in rapida crescita si estende su oltre 100.000 km di superficie solare e contiene più nuclei oscuri più grandi della Terra. Inoltre, ha un campo magnetico complicato che sta scoppiettando con brillamenti solari di classe C. La macchia solare è inserita in questa mappa magnetica del sole del Solar Dynamics Observatory della NASA:

Le macchie solari sono isole di magnetismo che galleggiano sulla superficie del sole. La maggior parte delle macchie solari, come la maggior parte dei magneti, hanno due poli + (N) e – (S). Sunspot ARorio2736, tuttavia, ha più poli con aree di + e – spintoni l’uno contro l’altro. Questo è il motivo per cui la macchia solare è scoppiettante con razzi. Linee di campo magnetico di polarità opposta si incrociano e esplodono – un processo noto come riconnessione magnetica .

Nel grande schema del tempo spaziale: i brillamenti solari di classe C non sono considerati eventi importanti. Tuttavia, queste esplosioni sono degne di nota ora perché il sole è stato recentemente così silenzioso. Il minimo solare è in corso . Nel contesto, i C-flare rappresentano un vero miglioramento nell’attività solare. Possono ionizzare la parte superiore dell’atmosfera terrestre, disturbare le comunicazioni radio a onde corte e persino lanciare i CME verso la Terra. In effetti, ci stiamo dirigendo ora.

Source: SpaceWeather.com

Show More

Lascia un commento

Back to top button
Translate »