Old DX Expedition

233SR0 – Romania

Aprile - maggio 1988

Questo articolo è tratto dal nostro Sugar Radio Bullettin, maggio 1989, oggi naturalmente le cose sono un pochino diverse.

FORSE QUALCOSA SI MUOVE

Chissà quante volte nei lunghi pomeriggi d’ estate o anche durante l’invemo abbiamo puntato la nostra antenna verso i paesi dell’ Europa dell’Est con la speranza di ascoltare qualcosa.

Chissà quante volte abbiamo interpretato per stazioni d’oltrecortina, strane modulazioni in lingue sconosciute rivelatesi alla prova dei fatti come greci o turchi. Per ragioni politiche, sociali ed etniche su cui tutti sappiamo e sulle quali sorvolo, la CB o meglio il radiantismo in 27 Mhz, e’ per la gran parte di questi paesi considerato alla stregua di pirateria radiofonica.

Poi venne il giorno, anzi per la precisione venne il 1982, in cui un paese dell’ Est decise che fosse giunto il momento di riconoscere la 27 Mhz come espressione di libertà e comunicazione, decretando cosi’ la fine dello oscurantismo in 11 mt.

Fu cosi’ che la Ungheria comincio’ a farsi ascoltare, prima in maniera piuttosto grossolana poi, affinato il modus operandi degli operatori, sempre più professionale. Le prime voci da Budapest, voci potenti, accesero una speranza fattasi in seguito piu’ forte in colore che aspettavano che anche I’ Est Europeo potesse finalmente esere collegato e confermato.

Sono di quei tempi, forse sull’ onda dell’entusiasmo portalo dall’ avvento di Solidarnosc, i primi contatti con la Polonia. Cracovia Varsavia e Stettino, anchese raramente, si potevano ascoltare e collegare usando sempre una certa prudenza.

Ricordo con quanto entusiasmo ed orgoglio si raccontava in frequenza di aver ricevuto la QSLdaunodi questi paesi, al pari di aver tra le mani la conferma di qualche isoletta del Pacifico. Da quei magici momenti sono passati un po’ di anni, la linea di comportamento all’ interno dei paesi dell’ Est si può dire mutata, molte cose sono cambiate, ma non per quanto riguarda le nostre frequenze anche se qualche stazione Russa

con molto coraggio si fa ascoltare sulla 27.500; esempio ne sia il nostro 50SR01 Alex che rappresenta forse la punta di un iceberg che sta per emergere. Che siano terminati i tempi di quando si aspettava sulla 27.995 che qualche Russo sbagliasse frequenza? Ce lo auguriamo, la Glasnost in 27 sarebbe sicuramente apprezzata dal resto del mondo.

233SR0 - By Mario 1SR102
233SR0 - Busta QSL diretta

Per quanto riguarda Germania Est e Romania, i cui abitanti hanno altro da pensare, si sono avuti dei contatti solo con delle DX Expedition, vedi 233SR0 attivata dall’ amico Mario 1SR102 (vedi foto) al quale va un ringraziamento per quanto ha fatto rischiando non poco.

Certamente alcuni di voi avranno avuto modo di collegarlo tra il mese di febbraio e maggio del 1988, in occasione di un suo viaggio per motivi di lavoro; la cosa non è stata diffusa anche perchè Mario non poteva essere molto attivo.

Come potete vedere dalla QSL in alto, il QRZ è della spedizione è stato sovrastampato per mezzo di una stampante ad aghi; una costruzione “casera” come si suol dire… se c’è qualcuno che ha collegato Mario ed ha ricevuto questa QSL, ce lo faccio sapere per favore grazie.

La Cecoslovacchia merita un po’ di attenzione a causa di un recente cambiamento di rotta dei dirigenti governativi e della vicinanza con il confine austriaco. Bulgaria e Albania sono forse gli stati da cui nulla ci si può aspettare, pressati all’ intemo da un rigido sistema i potenziali operatori verrebbero pizzicati immediatamente.

Quindi cari amici, anche se lentamente, qualcosa si muove all’Est e ci auspichiamole non sia lontano il giorno in cui leggere queste righe sia considerata una bella cronaca del passato.

1SR036 Alberto

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button
Translate »
You cannot copy content of this page
error: Alert: Content is protected !!

Adblock Detected

Please disable your ad blocker