SR ActivationsSR IOTASR News

1SR/S029 – Augusta, Isola delle Palme

28 - 30 novembre 2019

Update 2 dicembre 2019

Purtroppo le condizioni attuali, assoluta mancanza di propagazione, non hanno permesso di effettuare contatti al di fuori del livello locale. Naturalmente il Team si prefigge una nuova attivazione in tempi migliori.

Grazie a tutti coloro che sono rimasti in attesa, sarà per la prossima volta.

73′ Sugar Radio Sicily DX Team
1SR021, 1SR154, 1SR155.

Lo Sugar Radio Sicily DX Team, sarà attivo dall’isola di Augusta S029, (Isola delle Palme), Siracusa – Sicilia, EU-025. dal 28 al 30 novembre 2019. Il Team è composto da Maurizio 1SR021, Marco 1SR154 e Salvo 1SR155.

Frequency 27.520
TXRX: Yaesu FT 857
Antenna: 3 EL. Yagi SmarTech + Gain master

Standard contribution.
QSL via Maurizio Di Pace, P.O.Box 31, Syracuse 96100 – Sicily – Italy

1SR/S029 QSL

SR- HQ

Sugar Radio Sicilia DX Team

Un grazie Particolare a Luca Elevenfourqsldesign 1SR114 per le magnifiche realizzazioni grafiche.

L’Isola delle Palme è un’isola vicinissima alla terraferma e proprio come quella di Ortigia, che rappresenta il centro di Siracusa, questa costituisce invece il centro storico di Augusta, sempre però nella provincia di Siracusa. Distante dalla costa circa 600 metri, l’isola delle Palme, anticamente chiamata così proprio perché costellata da tantissime palme, l’isola oggi non è altro che un susseguirsi di asfalto e cemento e le costruzioni hanno preso nel tempo il posto delle bellissime piante. Qualche palma è oggi visibile nei giardini pubblici, accanto agli alberi secolari che adornano la Villa, fiore all’occhiello della cittadina.

La città, affacciata sul mar Ionio, molto probabilmente esiste sin dalla preistoria e a testimoniarlo vi sono le tracce di quello che poi divenne un piccolo villaggio di pescatori sorto nei pressi del sito dell’antica città dorica di Megara Hyblaea. Ufficialmente però la città fu fondata sempre nello stesso sito dall’imperatore Federico II di Svevia nel 1232 che vi deporta gli abitanti di Montalbano e Centuripe e la chiamò Augusta Veneranda. La città divenne presto una delle località preferite di Federico ma con la caduta degli svevi e la morte dell’ultimo imperatore, Augusta cadde in mano agli Angioini. La città, sede di un castello fatto erigere da Federico su un promontorio di circa 30 m nella parte nord, dovette poi combattere nei Vespri siciliani nel 1282 e quando capitolò sul castello fu issata la bandiera Aragonese in segno di vittoria. Il dominio spagnolo durò per quattro secoli, fino al 1713 quando, col Trattato di Utrecht, la Spagna venne estromessa dall’Italia e la corona di Sicilia fu concessa a Vittorio Amedeo II duca di Savoia.

A causa delle continue invasioni turche, verso la metà del ‘500 il borgo venne fortificato: il taglio dell’istmo separò il centro storico dalla terraferma e furono costruiti i forti Garcia, Vittoria e Avalos. L’isola delle Palme è stata ricavata proprio dal taglio dell’istmo ed è collegata alla terraferma da due ponti, uno risalente alla dominazione spagnola, delimitato da un arco detto Porta Spagnola e uno di recente costruzione intitolato al fondatore della città, Federico II di Svevia.

La città sarà al suo massimo splendore quando arrivano, nel ‘600, i Cavalieri di Malta, ma il terremoto del 1963 la rade al suolo facendola piombare in un lento decadimento. Ricostruita, Augusta non si risollevò più dalla decadenza e si dovette attendere il secondo dopoguerra per assistere ad una sua rinascita. Nel frattempo, proprio durante la seconda guerra mondiale, la città fu una delle principali basi della Regia Marina e fu uno dei porti di sbarco delle forze anglo-americane. Ad incentivare la sua economia contribuì la costruzione della prima raffineria petrolifera a cui seguì la costruzione di molte industrie legate maggiormente alle materie petrolchimiche. Augusta, da città agricola e rurale, si trasformò in una città industriale in continuo movimento.

L’isola delle Palme su cui è sorto il centro storico è una vera attrazione per la sua rete a scacchiera fatta di strade e stradine di tipo medioevale e conserva ancora i maestosi sistemi difensivi, alcune chiese barocche e numerose palazzine in stile liberty. La città vanta due porti.

Fonte: http://www.isoledellasicilia.it/isola-delle-palme/

Altre info:

Santuario Madonna Adonai: http://www.adonai.too.it/

Sito porto di Augusta: http://www.portoaugusta.com/

Museo della Piazzaforte di Augusta: http://museimilitari.jimdo.com/il-museo-della-piazzaforte-di-augusta/

Sito informativo della città di Augusta: http://www.augusta-framacamo.net/index.asp

Riti della Quaresima: http://www.augusta-framacamo.net/inserti-framacamo/insert36.asp

Sito su Augusta: http://www.touring.insw.net/augusta/

Show More

Lascia un commento

Back to top button
Translate »
error: Alert: Content is protected !!
Close